Guida Facebook Ads: a cosa serve e cosa devi sapere!

Come fare pubblicità su Facebook? Come funziona Facebook Ads? E soprattutto, quanto costa? Tante domande a cui andremo a rispondere nelle prossime righe, per farti trovare sempre pronto su uno dei temi più chiacchierati del web!

Facebook Ads: cosa sapere

Si sente spesso parlare di Facebook Ads ma… Di cosa si tratta davvero? Stiamo parlando di uno strumento davvero molto potente, perfetto per raggiungere le persone giuste al momento giusto. E c’è tutto un mondo dietro da scoprire quindi mettiti comodo, e preparati: dai che ti spieghiamo un po’ come funziona!

Che cos’è Facebook Ads

Partiamo dal principio: che cos’è Facebook Ads? È la piattaforma che ti permette di creare, gestire e pianificare le tue campagne pubblicitarie all’interno del Social più famoso al mondo. Se sei il titolare di un’attività o ti occupi di Marketing per conto di un brand, fare pubblicità su Facebook è qualcosa di cui senza dubbio ti troverai a occupare nel corso della tua vita. 

Siamo di fronte allo strumento più adatto per promuovere la tua immagine, con tutta una serie di impostazioni e accorgimenti che siamo certi sposeranno appieno le tue esigenze. Come facciamo a esserne così sicuri? Beh, nel dare vita alla tua campagna Facebook potrai scegliere tra ben undici obiettivi incredibilmente specifici.

  • Notorietà del brand: aumentare la notorietà della tua azienda, del tuo brand o del tuo servizio.
  • Copertura: mostrare la tua inserzione a quante più persone possibili nel tuo pubblico di destinazione.
  • Traffico: indirizzare le persone da Facebook alla destinazione che desideri, ad esempio la pagina di destinazione del tuo sito web, un post sul blog, un’app, una chiamata, eccetera.
  • Interazione: raggiungere le persone più interessate a interagire con il tuo post. Le interazioni comprendono i “Mi piace”, i commenti e le condivisioni, ma possono anche includere le offerte richieste dalla tua pagina.
  • Installazioni dell’app: indirizzare le persone allo store, da dove potranno scaricare l’app dell’azienda.
  • Visualizzazioni del video: condividere i video della tua azienda con le persone su Facebook più interessate a guardarli.
  • Generazione di contatti: creare inserzioni che raccolgano informazioni sulle persone interessate al tuo prodotto, ad esempio tramite l’iscrizione alla newsletter o invitandole a telefonare in azienda.
  • Messaggi: connettersi con le persone su Messenger, Instagram Direct e WhatsApp. Comunicare con clienti acquisiti o potenziali per aumentare l’interesse verso l’azienda.
  • Conversioni: incoraggiare le persone a eseguire azioni specifiche sul sito della tua azienda, ad esempio aggiungere articoli al carrello, scaricare l’app, registrarsi al sito, telefonare in azienda o effettuare un acquisto.
  • Vendita dei prodotti del catalogo: mostrare i prodotti del catalogo del tuo e-commerce per generare più vendite.
  • Traffico nel punto vendita: promuovere le sedi fisiche della tua azienda tra le persone che si trovano nelle vicinanze.
Gestione pagine Facebook e altri social

Come puoi vedere sì, ce n’è davvero per tutti i gusti. Qualunque sia il tuo obiettivo potrai insomma contare sulla possibilità di creare sponsorizzazioni ad hoc per raggiungerlo: non dimenticare in ogni caso come il tutto debba essere parte di una strategia studiata nei minimi particolari e che solo grazie a tanti, tantissimi test riuscirai a raggiungere i risultati che vorrai.

Se hai intenzione di fare pubblicità su Facebook è poi bene ricordarti di una cosa che serve assolutamente, e senza la quale ti anticipiamo già che non potrai andare da nessuna parte: il budget. Esattamente: per promuoverti su Facebook dovrai spendere – qualcuno rimane sempre a bocca aperta quando viene a scoprirlo, chissà come mai! – ma anche valutare di destinare parte del tuo budget ai test. In questo modo riuscirai a capire cosa funziona e cosa no, per strutturare di conseguenza la tua strategia e dar vita a campagne pubblicitarie perfette per le tue esigenze!

Pubblicità su Facebook: ne vale la pena?

Prima di andare più in profondità, è bene fare una premessa su quanto può valere Facebook Ads all’interno di una strategia di Marketing. La risposta? Tanto, anzi tantissimo! Volendo essere più specifici, va detto che siamo di fronte a una piattaforma che permette di raggiungere un pubblico incredibilmente vasto, e del resto i numeri parlano da soli (Fonte: Hootsuite).

  • Con Facebook puoi raggiungere un pubblico di circa 2.1 miliardi di persone
  • Si tratta della seconda applicazione più scaricata al mondo
  • L’utilizzo medio per utente si assesta intorno ai 34 minuti al giorno

Facebook Ads ti permette dunque di raggiungere la persona giusta, al momento giusto e nel posto giusto. Un’occasione da non perdere, anche e soprattutto alla luce di quanto i Social Network siano ormai parte centrale della vita di ognuno di noi. Uno strumento del genere sarebbe stato il sogno di un’agenzia pubblicitaria come quella di Mad Men, e oggi è finalmente realtà. Mica male, vero?

Come funziona Facebook Ads

Facebook Ads, come detto, è davvero una chicca per chiunque voglia mettere in piedi una strategia di promozione fatta come si deve. Beh, non proprio per chiunque a dire il vero: è infatti bene conoscere la piattaforma in tutte le sue parti, e qui di seguito trovi qualche informazione ottima per cominciare col piede giusto.

Business Manager e altre diavolerie

Come iniziare a fare pubblicità su Facebook? Iniziamo dalle basi, ovvero da Business Manager: lo strumento essenziale per gestire e programmare tutte le attività dei vari account social (personali e di clienti). Si tratta di una piattaforma ricca di funzionalità, perfetta per:

  • Pubblico: identificando il target, anche molto specifico, a cui rivolgere il tuo messaggio;
  • Gestione: assegnando a ognuno ruoli e mansione, per un’organizzazione dei lavori efficace ed efficiente sotto ogni punto di vista;
  • Monitoraggio: analisi di trend e dati legati alle tue attività, in modo da comprendere dove migliorare e ottimizzare tutti i processi del caso, oltre che dei numeri legati al Pixel di Facebook;
  • Integrazioni: per connettere Facebook, Instagram e persino WhatsApp gestendo tutto dalla medesima piattaforma.

Da Business Manager potrai inoltre gestire e aggiungere account pubblicitari: gli strumenti con cui fare campagne pubblicitarie, che permettono alle aziende di acquistare pubblicità sulle pagine o app collegate. Il modo migliore per distribuire le attività del tuo team (collaborando direttamente con il cliente/agenzia) per raggiungere tutti i risultati che vuoi.

Fondamentale è sapere come sono strutturate le campagne su Facebook. Troviamo tre livelli, e in ognuno di questi possiamo decidere alcuni aspetti ben specifici di quella che sarà la nostra sponsorizzazione;

  1. Campagna: dove scegliere l’obiettivo;
  2. Gruppo di inserzioni: per impostare budget, date, posizionamenti (Facebook? Instagram? Stories o solo feed?) e pubblico;
  3. Inserzione: dove definire monitoraggio e soprattutto creatività.
La struttura di una Campagna FB Ads, articolata in tre livelli.

Quanto costa la pubblicità su Facebook?

Arriviamo poi alla parte che sì, è probabilmente quella che ti interessa di più: il costo. Già perché fare pubblicità sui Social Network è un vero e proprio investimento, e perciò devi sempre considerare un budget da avere a disposizione. E per quanto tu possa essere tentato credici: non vale la pena risparmiare all’inverosimile!

In tutto ciò, quanto costa impostare una campagna pubblicitaria su Facebook Ads? La risposta giusta è… Dipende! Non ti arrabbiare, capiamo anche noi che è una risposta un po’ così ma dacci giusto un attimo per spiegare. Una campagna Facebook Ads ha costi variabili, che cambiano in base al settore di riferimento e ovviamente a quanto un’azienda decide di investire.

Un altro aspetto che va a influenzare il costo è poi l’obiettivo: in base a quanto sarà specifico e ricercato, vedrai della variazioni di un certo tipo su quella che sarà la tua spesa. Volendo per forza dare i numeri, diciamo che ha senso aspettarsi un costo medio che vada dai 50 centesimi ai 2 euro circa per clic: il solo e unico modo per saperlo con certezza è però testare, e vedere con i tuoi occhi quanto può costare una pubblicità su Facebook basata sui tuoi obiettivi.

Pubblicità su Facebook: tiriamo le somme!

Abbiamo visto quali sono le primissime cose da sapere per cominciare a farti pubblicità su Facebook, ora tocca a te. Iniziare è sempre una bella sfida, ed è per questo che  consigliamo sempre e comunque di andarci piano: partire in quarta, investendo migliaia di euro su obiettivi non ragionati è infatti un errore madornale. Facebook Ads deve infatti essere uno strumento parte di una strategia, da integrare con tutti gli altri canali di comunicazione e marketing connessi alla tua realtà.

Dalle newsletter al sito web, passando persino per il più semplice coupon presente nel tuo negozio ricorda: ogni strumento conta, e permette di effettuare analisi fondamentali per direzionare ogni tua azione in questo senso. Grazie a uno studio dei dati potrai raggiungere target sempre più precisi, con delle campagne man mano più raffinate per entrare in contatto con un pubblico nuovo, ma anche con chi già ti conosce o ha avuto a che fare con il tuo brand (il famoso retargeting, di cui ti parleremo un po’ meglio tra qualche tempo…).

Come sempre il consiglio che ti diamo è uno, chiaro e semplice. Dare vita a un progetto del genere non è cosa da poco, e anzi si tratta di un processo articolato e ricco di elementi da tenere sempre in considerazione. Il minimo errore o anche la più piccola svista possono infatti creare problemi non da poco, ed è per questo che affidarti a dei professionisti è senza ombra di dubbio la via più indicata. Vuoi capire se tutto ciò fa al caso tuo? Possiamo iniziare offrendoti il nostro Brand Check-Up gratuito, anche soltanto per iniziare a capire dove puoi arrivare.

Per qualsiasi domanda, chiarimento o per ottenere un preventivo non esitare a contattarci: noi di Monkey Theatre Studio siamo a tua completa disposizione, per soddisfare ogni tua richiesta e accompagnarti nella tortuosa strada della comunicazione digitale di oggi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *