Marketing Automation: cos’è e come può aiutare la tua attività

Si sente parlare sempre più spesso di Marketing Automation ma… Sai davvero di cosa si tratta? Vediamolo insieme, e scopriamo come può dare una grossa mano al tuo business!

Marketing Automation: una definizione

Lo sappiamo lo sappiamo: in qualunque settore l’arrivo di qualcosa di nuovo può sempre attirare un po’ di diffidenza, e il marketing anche in questo senso non fa eccezione. Al solo sentire le parole “Marketing Automation”, qualcuno inizia già a storcere il naso: è la solita bolla destinata a sparire da sé? È l’ennesimo metodo per diventare ricchi facendo poco o nulla? La risposta è… No, assolutamente no. E se hai qualche dubbio dai, dacci almeno la possibilità di farti cambiare idea!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Banner-D_banner-sm-1.png

L’avvento dell’automazione

Il Direttore Marketing di Salesforce Mathew Sweezey – non proprio l’ultimo arrivato, eh? – definisce il concetto di Marketing Automation in questo modo:

«Con il termine Marketing Automation ci si riferisce a un software che permette di automatizzare alcune attività ripetitive di marketing, che possono essere comprese nel processo di demand generation»

Ma quando si è iniziato a parlare di automazione in relazione al marketing? Potremmo darvi una risposta certa come l’anno, il giorno o addirittura l’ora in cui è nata questa concezione di marketing ma… No in realtà non lo sappiamo per certo, ed ecco perché è più utile fare una breve introduzione su com’è cambiato il mondo della comunicazione negli ultimi anni.

Sempre più frequentemente, si parla di marketing digitale: alle strategie che tutti conosciamo da decenni sono stati integrati, poco alla volta, tutta una serie di strumenti figli dell’enorme innovazione degli ultimi anni.

Una strategia di marketing, oggi, necessita quasi sempre di un meccanismo di automazione

Newsletter, social network, eCommerce, ricerca vocale: tutte tecnologie ormai consolidate all’interno di una strategia di marketing fatta come si deve. Nel momento in cui queste strategie vanno a raccogliere numeri importanti, è però fondamentale fermarsi un secondo e chiedersi: «Posso davvero gestire tutti questi dati, tutte queste persone completamente da solo?». Se parliamo di cifre molto grandi la risposta è no, ma per un semplice motivo: nessuno – davvero nessuno – possiede il dono dell’onniscienza. Per ora, si intende.

Tanti dati da processare significa tantissime informazioni da gestire: nomi, numeri di telefono, indirizzi eMail, “valore” dei singoli utenti… Troppa roba davvero! L’automazione dei processi di marketing nasce proprio per questo: per aiutare le attività, piccole o grandi che siano, a organizzare in modo semplice ed efficace tutti i dati che ormai è sempre più facile avere a disposizione.

“Tutto automatico”: è la scelta giusta?

«Marketing Automation quindi vuol dire che ho una strategia di marketing che funziona da sola?». Ecco… No, non proprio. Significa che molte delle operazioni previste all’interno di un piano di comunicazione vengano svolte in automatico: a un’azione da parte di un utente (iscrizione, acquisto, aggiunta al carrello) corrisponderà una reazione da parte del meccanismo di automazione. L’invio di una mail ad esempio, contenente un’offerta speciale o l’invito a compiere un altro passo nel percorso di conversione.

E in che modo tutto questo può aiutare il tuo business? Semplicemente riducendo tempi e risorse dedicate a operazioni di questo tipo, indirizzandole su altre operazioni legate alle tue attività. E questa è un’ottima cosa: si tratta a conti fatti di un risparmio non indifferente, da ogni punto di vista, nonché di un’ulteriore spinta indipendentemente da quale sia il tuo settore.

Operazioni di Marketing Automation possono infatti tornare utili a una startup come a una grande multinazionale, a chi vuole consolidare la propria immagine ma anche a chi vuole crescere partendo dal basso. La parola d’ordine, come sempre, è però soltanto una: pazienza. Un meccanismo del genere ha infatti bisogno di essere costantemente monitorato, per scoprire giorno dopo giorno cosa funziona e cosa invece puoi migliorare.

Del resto i numeri parlano chiaro: tre aziende su quattro utilizzano già strumenti di automazione, il 63% di chi lavora nel marketing ha intenzione di aumentare il budget a essi dedicato per un mercato che, quello dell’Automation, che del valore di più di 6 miliardi di dollari (Fonte: StartupBonsai). Mica male, vero?

Marketing Automation: esempi concreti

Dopo una breve introduzione su ciò che significa Marketing Automation (siamo stati abbastanza bravi, vero?) passiamo poi a quel che ti interessa davvero: esempi da poter toccare con mano, ai quali ti invitiamo ad approcciarti pensando a come potresti applicarli alla tua attività.

eMail Automation Marketing? Sì, grazie!

Uno dei principali utilizzi della Marketing Automation riguarda senza dubbio le eMail: uno strumento troppo spesso sottovalutato ma che, come mostrano i numeri (Fonte: Hubspot), è più vivo che mai.

  • Ogni giorno, 3.9 miliardi di utenti inviano almeno un’eMail
  • Il 73% dei millennials preferisce ricevere comunicazioni legate a un brand proprio via mail
  • Il mobile è in forte crescita: il tasso di apertura medio su tali dispositivi è del 46%

Ma come può l’eMail Marketing Automation fare al caso tuo, da un punto di vista più pratico? In una parola: coinvolgere. È questo ciò a cui una serie di azioni di questo tipo possono e devono servire nel rapportarti con i tuoi clienti. Dopo aver configurato come si deve il meccanismo di automazione potrai inviare mail per ricordare a un utente di concludere un acquisto, per inviargli gli auguri di buon compleanno, per informarlo di nuove offerte o di nuovi prodotti appena arrivati nel tuo negozio… Potrai insomma strutturare tutta una serie di attività accomunate da un unico concetto.

Dietro ai tuoi contatti ci sono sempre e comunque persone, che in quanto tali necessitano di una cura e un’attenzione costante per essere guidati alla scoperta del tuo brand. Molto spesso basta infatti un piccolo incentivo o un semplicissimo accorgimento per accompagnare un utente, senza forzarlo, verso una conoscenza sempre più radicata di quello che fai.

Arrivano i saldi? È uscito un nuovo articolo sul tuo blog? Stai per organizzare un evento? Qualunque sia la situazione, una strategie di eMail Marketing Automation può essere la risposta giusta!

Parola d’ordine: conversione

Il principio dietro l’automazione, come detto, è semplice: a un’azione da parte dell’utente corrisponderà una reazione, la quale dev’essere definita in modo ben preciso. Cosa significa questo? Supponiamo che tu abbia a disposizione un database di 10.000 contatti: qualcuno di loro si è iscritto alla tua newsletter per rimanere aggiornato e valutare bene ciò che fai, qualcuno l’ha fatto senza prestarci troppa attenzione, qualcun altro è davvero molto interessato e non smette di interagire con il tuo brand. Tre casistiche diverse, giusto?

Come puoi immaginare, non ha molto senso inviare gli stessi messaggi a tutti gli utenti: alcuni ne sarebbero incredibilmente entusiasti, mentre altri potrebbero addirittura esserne seccati. Marketing Automation è anche questo: valutare – su base di diversi parametri – chi sono e cosa fanno i tuoi utenti, per poi procedere con delle attività ad hoc per ognuno di essi. L’obiettivo sarà sempre e comunque quello di convertire, con un processo studiato nei minimi particolari per adattarsi alle mille casistiche che ti si possono presentare.

Web Tracking semplice e veloce? Con un po’ di Automation si può fare!

Automazione, però, non è soltanto eMail Marketing. Nelle prossime settimane andremo ad approfondire meglio tutto ciò che strumenti del genere possono darti, come:

  • Attività di Lead Generation
  • Impostazione di una strategia di Web Tracking
  • Creazione di Landing Page e Web Form

E tanto, tantissimo altro… Continua a seguirci e te ne parleremo come si deve, promesso!

Marketing Automation: tiriamo le somme!

Se sei arrivato fino qui beh, intanto ti facciamo un bell’applauso e ti ringraziamo per l’attenzione. Ti chiediamo ancora un minutino scarso della tua attenzione, giusto per farti capire cosa potresti iniziare a fare sin da subito con una buona strategia di Marketing Automation.

Il futuro della Marketing Automation

Come potrai immaginare, un concetto del genere si presta a sviluppi futuri davvero molto interessanti. Purtroppo (o per fortuna?) non abbiamo la sfera di cristallo, e sapere cosa accadrà tra cinque, dieci o vent’anni non è ancora in nostro potere.

No dai, l’Automation non è ancora a questi livelli. Per ora…

Quel che è certo è che quello dell’automazione è un settore in continua crescita, con migliaia di implementazioni possibili che non vediamo l’ora di poter toccare con mano. Dall’Intelligenza Artificiale alla ricerca vocale, passando per la Realtà Aumentata e tutti i dispositivi di ultima generazione che ormai popolano le case di ognuno di noi… Finché la tecnologia continuerà a evolversi – e sì, probabilmente lo farà per sempre – non mancheranno nuovi spunti per dare vita a progetti sempre più interessanti e raffinati. Il futuro della Marketing Automation è insomma una strada tutta in discesa: un treno su cui ti conviene salire ora che c’è ancora molto da scoprire, per differenziarti davvero dai tuoi competitors. Non sai da dove iniziare? Beh…

Automazione e marketing? Ti aiutiamo noi!

… Noi sì! Con più di dieci anni di esperienza su progetti legati al mondo del web e non solo, noi di Monkey Theatre Studio possiamo senza dubbio darti una mano a scoprire come e perché una strategia di Marketing Automation può fare al caso tuo. Non spaventarti: è possibile partire anche con piccoli passi, giusto per sperimentare, per arrivare piano piano verso qualcosa di davvero importante.

Negli ultimi anni abbiamo toccato con mano più e più volte il fantastico mondo dell’automazione, ed è per questo che oggi abbiamo a disposizione un know-how e una serie di partner con cui collaboriamo per dare vita a progetti e strategie su misura per ogni attività. Come possiamo iniziare? Noi siamo sempre qui, se vuoi parlarne non farti problemi e scrivici!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *