WordPress e SEO: i migliori plugin del 2020

WordPress e SEO: i migliori plugin del 2020

Ormai è risaputo: non esiste un sito web degno di essere chiamato tale senza una solida strategia SEO alle spalle. Tante, tantissime sono le possibilità a disposizione oggi per portare avanti con successo un progetto di questo tipo: certo è che, tra le diverse alternative, WordPress è e resta ancora oggi la base di partenza più solida presente sul mercato. WordPress e SEO è infatti un binomio che da anni permette all’utenza, a qualunque livello essa si trovi, di poter realizzare soluzioni sempre adatte alle proprie esigenze.

Noi di Monkey Theatre Studio utilizziamo WordPress, anche in ottica SEO, proprio per questo: per la possibilità concreta di avere tra le mani una tecnologia capace di raggiungere standard molto elevati e, al contempo, di proporre al cliente risultati di assoluto valore in termini di qualità. Chi già conosce il mondo di cui stiamo parlando, sa quanto WordPress e SEO vadano a braccetto anche per il gran numero di plugin dedicati che permettono di svolgere operazioni di diverso genere. Ed è proprio questo ciò che vogliamo fare ora: consigliarvi quelli che sono i migliori plugin del 2020 sul tema della Search Engine Optimization, attingendo dalla sempre ricca proposta formulata dalla community di WordPress. Buona lettura!

WordPress e SEO: i plugin per ottimizzare

In questa sezione andremo ad analizzare quelli che sono i migliori plugin per l’ottimizzazione in senso stretto: quelle applicazioni, insomma, in grado di tenere sotto controllo tutti i vari aspetti legati all’attuazione delle pratiche SEO sul tuo sito WordPress.

Yoast SEO

Partiamo con uno dei plugin più noti e completi per la gestione degli aspetti di ottimizzazione per i motori di ricerca, capace di offrire tutta una serie di opzioni per il raggiungimento degli alti standard precitati: Yoast SEO, che in questo 2020 è arrivato a festeggiare il suo tredicesimo compleanno. Tra le varie soluzioni proposte, Yoast è forse quella più user-friendly: attraverso un’interfaccia intuitiva e ricca di opzioni di personalizzazione, è infatti possibile gestire molti aspetti di interesse in maniera rapida e semplice. Nella fase di stesura di un contenuto Yoast SEO interviene ad esempio suggerendo, sulla base delle keywords indicate dall’utente:

  • Qual è la densità ottimale delle date parole all’interno del testo
  • Possibili integrazioni all’interno di titoli, intestazioni e Alt tag
  • Una struttura di link (interni e esterni) che risulti efficace ed efficiente

Oltre a questo, Yoast SEO fornisce un report sulla leggibilità del testo e un’anteprima dello snippet: per visionare prima della pubblicazione come il tuo contenuto apparirà sui motori di ricerca, con ulteriori consigli in proposito. Noi di Monkey Theatre Studio, in ogni caso, tendiamo a prediligere la spontaneità nella redazione di un contenuto: l’output di Yoast è infatti utile ma comunque indicativo, e non potrà mai sostituire un know-how figlio di un certo tipo di esperienza. Ciò nonostante il valore del plugin non è assolutamente in discussione: la versione Free è già di per sé sufficientemente completa, ma è con la Premium Edition che Yoast diviene davvero uno strumento capace di dare un aiuto concreto nell’ottimizzazione a vari livelli. Il team è inoltre costantemente al lavoro, offrendo nuovi update in media ogni due settimane!

Pricing: disponibile una versione gratuita, mentre per la Premium si parte da €89 per un sito, con sconti progressivi che portano fino a €756 per 10 siti

Rank Math

Una delle alternative più valide al più rinomato Yoast SEO è senza ombra di dubbio Rank Math. Si tratta dello stesso prodotto? Non proprio, e ora andremo a vedere il perché. Alcune funzionalità disponibili solo nella versione Premium di Yoast, in primis, sono presenti su Rank Math in forma completamente gratuita. Stiamo parlando nello specifico di un’integrazione in real-time con Google Analytics, con la possibilità di visualizzare i dati della console direttamente dal pannello WordPress, ma anche ma anche di una gestione link molto più marcata. Gratuita è anche la possibilità di monitorare tutti i famigerati errori 404 sul tuo sito, creando reindirizzamenti che vadano a scongiurare penalizzazioni da parte del motore di ricerca. Rank Math aggiunge poi metadati aggiuntivi in maniera automatica, opzioni dedicate all’anteprima e al settaggio del contenuto sui social e suggerimenti in tempo reale su keywords che potrebbero essere promosse da Google.

Pricing: completamente gratuito

ShortPixel

Nella complessa procedura di ottimizzazione, il ruolo delle immagini viene troppo spesso ingiustamente sottovalutato: una foto di dimensioni troppo elevate o dalla qualità eccessivamente bassa può, infatti, compromettere il tuo sito sotto diversi punti di vista. Ecco perché, per un connubio WordPress e SEO che funzioni a dovere, prestare la giusta attenzione anche alle immagini è un’operazione davvero imprescindibile: ShortPixel svolge in questo senso un servizio davvero molto utile, comprimendo i file presenti sul sito e ottimizzando dunque i vari aspetti legati alla navigazione. Questo plugin, che risulta peraltro incredibilmente leggero, consente di agire su molti fronti:

  • Compressione di file JPG, PNG, GIF e PDF
  • Opzione per modificare tutte le immagini con un solo click
  • Non è presente alcun limite di dimensioni per le immagini
  • Individua i file già ottimizzati, escludendoli in automatico dalle operazioni
  • Possibilità di convertire le immagini in formato WebP

Prima di sostituire alle vecchie immagini quelle ottimizzate, il plugin effettua inoltre un backup dei file originali in modo da potervi accedere nuovamente all’occorrenza. A questo si aggiunge un supporto serio e costante da parte di team e community, due fattori che rendono ShortPixel la miglior alternativa per l’ottimizzazione delle immagini in una strategia che prevede l’accoppiata WordPress e SEO.

Pricing: gratuito fino a 100 immagini al mese, $4.99 per 5.000, $9.99 per 12.000 e $29.99 per 55.000.

Easy Table of Contents

Un potente alleato nell’affinamento dell’usabilità del tuo sito è sicuramente rintracciabile in Easy Table of Contents: un plugin semplice ma quantomai efficace, caratterizzato da un’interfaccia user-friendly e da diverse componenti altamente personalizzabili. In che modo ti può aiutare nella gestione di WordPress e SEO? Attraverso la creazione, in modo rapido ma molto strutturato, di un indice che consenta la navigazione tra le varie porzioni del contenuto. Dare vita a un menù che renda la fruizione di un testo molto più accattivante per l’utente finale è uno dei capisaldi dell’ottimizzazione, in quanto elemento capace di innalzare notevolmente gli standard in termini di esperienza di navigazione.

Grazie a Easy Table of Contents sarà infatti facile inserire nei tuoi contenuti la possibilità, per l’utente, di rintracciare nel testo l’esatta informazione che sta cercando di raggiungere: un elemento che, come sappiamo, viene spesso e volentieri premiato dai motori di ricerca. La User Experience è infatti sempre più importante, e questo plugin permette di gestirne vari aspetti potendo contare anche su una buona componente di personalizzazione. Potrai infatti decidere font e colori da utilizzare, e svolgere tutta una serie di test prima di selezionare l’opzione migliore per il tuo sito WordPress!

Pricing: completamente gratuito

Leggi anche Sito WordPress: costo giusto per uno “strumento giusto”

WordPress e SEO: i plugin per l’analisi

Passiamo ora a quelle applicazioni improntate all’analisi, in grado dunque di restituire report su quella che è la resa della tua pagina web in termini di ottimizzazione. Come saprai esistono moltissime componenti all’interno di un sito WordPress che devono necessariamente essere monitorate, al fine di restituire all’utenza la miglior esperienza possibile.

Schema Pro

In una strategia di ottimizzazione per i motori di ricerca è bene, anche e soprattutto alla luce dei costanti aggiornamenti, tenere sotto osservazione molti aspetti che spesso tendono a essere sottovalutati. Uno di questi sono i cosiddetti rich snippet: la presentazione dei link al tuo sito sui motori di ricerca, arricchita da una serie di dati strutturati che aiutano il crawler a comprendere a fondo la tua piattaforma. Esistono diverse soluzioni per applicare i rich snippet alle tue pagine, e il plugin Schema Pro è in questo senso un potente alleato in una strategia WordPress e SEO.
L’installazione e l’esecuzione di Schema Pro sono incredibilmente semplici, e permettono all’utente di contare su un’interfaccia intuitiva che permette di gestire arricchire lo snippet con tutte le informazioni desiderate. Che il vostro sito tratti di ricette, di vendita prodotti, di notizie o quant’altro, questo plugin è la soluzione perfetta per apparire agli occhi del motore di ricerca come una fonte ricca di tutte i dati necessari all’utente. Schema Pro va a supportare ben 15 tipi di schemi, tra cui:

  • Offerte di lavoro, riportando tutte le informazioni utili a un possibile candidato
  • FAQ, rendendo pressoché immediato l’accesso alla sezione ‘Domande frequenti’ presente sul tuo sito
  • Video, arricchendo i tuoi filmati con dati che li pongano tra i risultati video del search engine
  • How-to, con l’obiettivo di catalogare le tue pagine come miglior risultato possibile per la spiegazione di determinati processi
  • Recensioni, offrendo all’utente un’anteprima schematica del tuo contenuto a partire dalla SERP

Schema Pro è dunque un plugin estremamente utile, con un’offerta ulteriormente migliorata dalla possibilità di contare su un supporto one-to-one per qualsiasi tipo di evenienza.

Pricing: l’abbonamento annuale base costa $79, mentre l’Agency Bundle (che va ad aggiungere tutta una serie di features molto interessanti) si assesta sui $249 annui. Per la sottoscrizione lifetime il pricing cambia: $249 per la versione standard e $699 per il Bundle.

Broken Link Checker

Altro fattore da non sottovalutare è il monitoraggio dei backlink, che può portare in una direzione estremamente positiva o negativa in base a come viene gestita. Chi conosce anche in maniera superficiale il mondo WordPress e SEO, sa quanto il tutto sia un’operazione fondamentale per evitare brutte sorprese nel momento in cui il contenuto si trova a dover performare sui motori di ricerca. Broken Link Checker è uno strumento incredibilmente utile e potente in tal senso, in grado di consentire all’utente di identificare tutti i link esterni e interni presenti sulla propria piattaforma.

Svolta questa prima fase di analisi, Broken Link Checker va poi a restituire un report su quelli che sono i collegamenti non funzionanti (i famigerati errori 404) e quelli che rimandano a contenuti “rotti” o con mancanze di vario tipo. La ricerca può inoltre essere affinata inserendo filtri che vadano a catalogare i risultati per URL, anchor text e via dicendo: l’interfaccia ti consentirà poi di modificare in maniera diretta i link di interesse, senza dover aggiornare manualmente ogni singolo contenuto.

Pricing: completamente gratuito

Rel Nofollow Checkbox

Tra i vari link interni ed esterni presenti sul tuo sito, può capitare che alcuni sia conduttori di traffico non utile in termini di posizionamento sui motori di ricerca. Questi collegamenti, al fine di scongiurare penalizzazioni di vario genere, vanno necessariamente segnalati attraverso l’attributo nofollow: in questo modo, si va a impedire che essi vadano ad impattare negativamente su tutto il lavoro svolto fino a quel momento.

Rel Nofollow Checkbox nasce proprio con questo proposito, e riesce a svolgere il suo compito in maniera egregia pur rimanendo un plugin altamente user-friendly. Trattandosi di un’applicazione ideata per un’operazione di base molto semplice, le dimensioni della stessa sono ovviamente molto ridotte e non vanno perciò ad appesantire in alcun modo la navigazione: siamo dunque di fronte a un plugin minimale ma, a conti fatti, praticamente essenziale per una strategia WordPress e SEO di successo.

Pricing: completamente gratuito

Screaming Frog

Alle soluzioni citate va poi necessariamente affiancato un software di audit che, in maniera ancor più approfondita, vada ad analizzare tutti gli aspetti che caratterizzano il tuo sito web. Tra i molti presenti sul mercato Screaming Frog è forse il più valido: esso permette infatti di compiere tutta una serie di controlli che non possono mancare in un sito web oggi.

La già nutrita versione Free mette a disposizione tutta una serie di opzioni davvero interessanti ma, inevitabilmente, presenta un limite massimo di 500 URL scansionabili. Nella sua versione a pagamento, Screaming Frog va invece a restituire report completi e dettagliati su elementi di interesse come meta title e description, velocità di risposta delle pagine, broken links, lunghezza dei contenuti e via dicendo. Una piattaforma davvero completa insomma, nonché un investimento che vale certamente la pena fare in ottica di raggiungimento di determinati obiettivi.

Pricing: Disponibile una versione Free, mentre quella a pagamento costa £ 149 all’anno

WordPress e SEO: le soluzioni professionali

Ai precitati plugin WordPress dedicati alla SEO, è poi doveroso aggiungere quei servizi essenziali per ogni professionista del settore: le vere e proprie soluzioni adottate dagli specialisti, che permettono di svolgere tutte le analisi necessarie alla perfetta ottimizzazione del tuo sito internet.

Google Search Console

Sapevate che ogni giorno vengono svolte in media 3.5 miliardi di ricerche su Google? Numeri stratosferici, che rendono perciò immediatamente intuibile quanto sia oggi fondamentale investire su una strategia WordPress e SEO in maniera oculata. Dal canto suo Google offre tutta una serie di strumenti, pensati per webmaster a vari livelli di competenza, tesi a massimizzare i risultati che vuoi ottenere: Search Console è in questo senso un potentissimo alleato, in grado di compiere tutta una serie di operazioni davvero molto importanti. Cosa permette di fare, in concreto, Google Search Console?

  • Inserire e gestire la sitemap in tutti i suoi aspetti
  • Controllare l’operato del crawler
  • Analizzare report su attività e funzioni della tua piattaforma
  • Ricevere notifiche su errori nel sito o penalizzazioni di vario genere
  • Operare in maniera diretta sul file robots.txt
  • Gestire i ruoli all’interno del tuo sito web
  • Potrai insomma controllare in maniera specifica le tante, tantissime componenti del tuo sito web rendendolo in questo modo la vetrina perfetta per veicolare al meglio il tuo messaggio.

Pricing: completamente gratuito

SEOZoom

Passiamo ora a quella che è la suite più utilizzata al mondo in materia di ottimizzazione: SEOZoom, una soluzione ricca di componenti pensati per monitorare e migliorare ogni singolo aspetto del tuo sito. Le operazioni che è possibile svolgere con SEOZoom sono davvero molte, e vanno dalle più semplici e routinarie fino alle più articolate. Potrai analizzare in maniera approfondita tutto ciò che riguarda keywords, traffico, backlinks e concorrenza. Per ognuna di queste categorie sono poi a disposizione strumenti dall’incredibile livello di dettaglio, che ti consentiranno di comprendere al meglio quali sono le aree del tuo sito su cui operare: un punto di partenza indicativo per stendere una strategia performante sotto ogni aspetto.

SEOZoom è dunque con tutta probabilità la piattaforma SEO più completa sul mercato, ma non solo. Al servizio in questione troviamo affiancato un blog in costante aggiornamento su tutte quelle che sono le novità e le tendenze del web marketing, e una validissima Academy sempre sul pezzo con corsi e webinar dal valore formativo davvero molto elevato.

Pricing: Disponibili quattro diversi piani mensili e annuali, con questi ultimi che offrono un risparmio interessante soprattutto per le versioni più avanzate: Lite (€49 – 471), Professional (€69 – 662), Business (€139 – 1.334) e Corporate (€469 – 4.402).

SEMRush

L’ultima voce di questa lista, certamente non per importanza, è SEMRush: altra suite di altissimo livello capace di coprire, in maniera efficace ed efficiente, praticamente tutte le branche del digital marketing. Rispetto a SEOZoom, maggiormente indicato per operazioni specificatamente legate alla SEO per un sito web italiano, siamo qui di fronte a uno strumento dal respiro più internazionale: SEMRush appare infatti più adatto all’analisi di SERP legate a mercati più ampi come quello americano. Quale dei due è meglio? A onor del vero nessuno, si tratta semplicemente di conoscere quelle che sono le tue esigenze in termini di obiettivi da raggiungere.

SEMRush dà comunque accesso a una serie di applicazioni per la gestione di campagne sui social network, content marketing e persino per svolgere piccole analisi di mercato, dandoti in questo senso la possibilità di creare il tuo segmento di mercato personalizzato su cui agire in fase di pianificazione della tua strategia. Tornando alla SEO, SEMRush permette di svolgere operazioni di vario genere:

  • Avviare una SEO Audit tecnica di qualunque sito web
  • Analizzare i tuoi competitor e la loro strategia SEO
  • Ricercare le parole chiave migliori per la tua attività
  • Monitorare e studiare nello specifico ogni backlink

Pricing: Disponibili tre piani mensili e annuali, anche qui con uno sconto nel momento in cui si decida di optare per la seconda opzione: Pro ($99-83/mese) Guru ($199-166/mese) e Business ($399-333/mese).

La parola passa ora a te: dicci la tua nei commenti e, per qualunque domanda o dubbio a riguardo, noi di Monkey Theatre Studio ti risponderemo il prima possibile!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *