SEO per eCommerce: come gestire la rimozione dei prodotti

L’ottimizzazione SEO per eCommerce è un’operazione importantissima: in un contesto sempre più popolato di negozi online, è ormai fondamentale ottimizzare sempre di più e con un’attenzione sempre più marcata per evitare problemi talvolta anche molto gravi. Un’azione come rimuovere un prodotto dal tuo eCommerce, ad esempio, non è qualcosa da prendere alla leggera: il posizionamento del tuo sito web, e di conseguenza il tuo business, potrebbero infatti risentirne. Perché piuttosto non puntare sui prodotti a esso correlati, riuscendo magari a spingere comunque l’utente all’acquisto? La SEO per eCommerce è fondamentale: vediamo perché, e come puoi farti trovare pronto!

SEO per eCommerce: cosa fare?

Abbiamo già parlato in passato di quanto gli eCommerce siano per molti un luogo misterioso e pieno di insidie di ogni genere, e trattandosi di piattaforme spesso davvero articolate il che può anche sembrare normale. Una strategia SEO per eCommerce è un buon punto di partenza per fare ordine nel tuo negozio online, permettendoti di identificare alla base problemi e situazioni che possono compromettere l’esperienza dell’utente.

Quando non aprire un Ecommerce consigli
Un eCommerce può essere davvero un luogo misterioso e ricco di insidie

Nel momento in cui una persona non trova le risposte di cui ha bisogno (o nel caso di un eCommerce, il prodotto) è molto probabile che decida di abbandonare il sito continuando la sua ricerca altrove: non è difficile capire come e quanto questo sia un grosso problema, persino se dovesse riguardare un singolo prodotto del tuo negozio. Facciamo un esempio: hai un negozio di vestiti e decidi di aprire il tuo store online, in occasione dei saldi invernali. Finito il periodo di super offerte ti troverai a dover riorganizzare il tuo catalogo, inserendo prodotti più adatti alla nuova stagione… E gli altri? Cosa ne farai? Dovrai stare molto, molto attento: un minimo errore può infatti danneggiare mesi e mesi di lavoro svolti sul tuo sito!

Le best practice per il tuo eCommerce

Quando un prodotto del tuo eCommerce è esaurito o non ti serve più, l’ultima cosa che devi fare è avere fretta! Quindi siediti, fai un bel respiro e dai un’occhiata ai nostri consigli senza dimenticare che è comunque sempre meglio affidarsi a esperti del settore, per evitare problemi o complicazioni indesiderate. Lo sapevi che noi offriamo servizi ad hoc per aiutarti a 360° con il tuo sito web?

Il primo passo da compiere è comunque quello di contrassegnare il prodotto come “esaurito”, impedendo agli utenti di ordinarne altre unità: se un articolo non è più disponibile sarebbe controproducente lasciarlo in catalogo, con il rischio di scontentare coloro che potrebbero provare ad acquistarlo. A questo proposito puoi anche modificare la descrizione specificando lo stato attuale del prodotto, dando ai tuoi clienti informazioni aggiuntive in proposito.

Volendo fare un ulteriore passo in questa direzione, potresti decidere di informarli su se e quando le nuove scorte saranno disponibili, magari offrendo la possibilità di attivare un apposito alert: nulla che Amazon o altre piattaforme non facciano già da anni insomma, ma comunque un ulteriore step nell’avvicinarti al tuo pubblico.

In ogni caso non rimuovere la pagina legata al prodotto ma nascondila, vedremo meglio in seguito il perché. È ora il momento di impostare il reindirizzamento verso un contenuto simile: in poche parole, accompagnare chi arriva sulla pagina di un dato prodotto verso un’alternativa coerente con quanto desiderato. Questo piccolo accorgimento porta in realtà risultati sorprendenti: pensa che offrire prodotti correlati o alternativi può portare a un incremento molto importante in termini di vendite (fonte: KPMG).

Quali sono i tipi di reindirizzamento possibile?

  • 301: il più diffuso nonché migliore anche in ottica SEO, usato per portare l’utente su un’altra pagina se non hai più bisogno di quella vecchia;
  • 302: indica una pagina collocata momentaneamente a un altro indirizzo, si tratta comunque di un metodo sempre meno utilizzato;
  • 307: utile in caso di manutenzione del tuo negozio, che dovrà però essere in linea con l’ultima versione HTTP.

Nel momento in cui potrai osservare – attraverso Google Analytics o altri strumenti del genere – un drastico calo di traffico verso la pagina di quel prodotto specifico, sarà allora il momento di procedere con l’eliminazione. Perché? Per il semplice fatto che, in quel momento, l’attenzione del tuo pubblico sarà ormai rivolta verso altri articoli del tuo negozio: il cappotto appartenente alla scorsa collezione, così come le edizioni limitate di un libro, potranno dunque essere finalmente accantonate. Non dimenticarti comunque di salvare le informazioni sul prodotto esaurito o non più in catalogo: potrebbero sempre tornare utili in futuro!

Gli errori da non commettere

Come abbiamo detto, la gestione del tuo eCommerce è un’operazione delicata e da seguire con estrema attenzione. Rimuovere un prodotto dal tuo negozio da un giorno all’altro è uno degli errori più gravi in questo senso, con effetti non da poco sul posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca.

La relazione tra SEO e eCommerce è infatti estremamente complessa: ti basti sapere, in poche parole, che Google tende a restituire agli utenti quelle che sono le migliori risposte alle domande che essi digitano nella barra di ricerca. Quando una persona approda sul tuo sito e si trova davanti una pagina del genere…

…non ne sarà certo felice! Già, perché rimuovere un prodotto dal tuo negozio non implica la rimozione anche dell’URL correlato. E nel momento in cui qualcuno chiede a Google qual è il prodotto più adatto alle sue esigenze, e riceve in tutta risposta un errore 404 beh… Il tuo sito non sarà più considerato fonte di “risposte migliori”. Di conseguenza potresti perdere posizioni sulla pagina dei risultati di ricerca, e di conseguenza raggiungere molte meno persone: il 68% degli utenti di un sito web, del resto, proviene proprio dai motori di ricerca (fonte: MediaPost.com). Evita dunque di creare broken links e una pessima customer experience: i tuoi utenti (e il tuo business) te ne saranno infinitamente grati!

SEO per eCommerce: WordPress può aiutarti!

Sulle pagine del nostro blog ci troviamo spesso a parlare di WordPress. un argomento che ci piace così tanto da essere organizzatori del WordPress Meetup Novara, per il quale ti invitiamo a seguirci per tutte le prossime novità. Cosa c’entra questo ora? C’entra eccome! Il CMS più famoso e diffuso al mondo – utilizzato dal 39.9% dei siti web di tutto il mondo e con una community in continua espansione – può infatti rivelarsi un fedele alleato per gestire e ottimizzare il tuo eCommerce.

WordPress Community

Grazie al plugin WooCommerce potrai infatti controllare ogni singolo aspetto del tuo negozio online, potendo contare su un’ampia gamma di strumenti e di personalizzazioni adatte a ogni tua esigenza. Ma bando alle ciance: andiamo subito a vedere quali sono i migliori plugin la gestione della rimozione prodotti sul tuo eCommerce.

I migliori plugin WooCommerce per il tuo negozio online

Uno sguardo al mondo degli eCommerce su WordPress suggerisce una serie di strumenti funzionali al tuo scopo: plugin per gestire al meglio gli aspetti di cui abbiamo parlato, perfetti anche per agire in ottica SEO. Ne abbiamo selezionati tre, tutti molto validi e che ti consigliamo di provare con mano.

  • Simple 301 Redirects: semplice e veloce, ti permette di inserire un URL di partenza e di sostituirlo con un altro, quello che verrà effettivamente raggiunto dagli utenti;
  • Redirection: soluzione molto simile alla precedente ma con più opzioni di personalizzazione, con le quali gestire moduli Apache, RSS Token e altri aspetti più tecnici;
  • All 404 Redirect to Homepage: ti consente di trasformare ogni errore 404 in un reindirizzamento alla tua pagina principale, in modo da limitare la perdita di utenti.

Leggi anche: WordPress e SEO: i migliori plugin del 2021

SEO per eCommerce: un regalo per te!

Abbiamo dunque osservato nel dettaglio come gestire la rimozione dei prodotti di un eCommerce: un processo non così complesso ma che è bene curare con attenzione, proprio per evitare danni che lo renderebbero tale! Quello che vogliamo fare con queste ultime righe è lasciarti con un regalo: una pratica checklist da consultare in ogni momento per capire meglio come comportarti in situazioni del genere.

  • Se un prodotto non ti serve più, NON rimuoverlo subito dal tuo negozio
  • Inizia contrassegnandolo come non più disponibile, specificando magari se e quando tornerà a esserlo
  • Reindirizza gli utenti interessati al tuo prodotto verso un altro simile, o che possa rivelarsi una valida alternativa
  • Una volta che l’articolo non riceve più traffico, puoi procedere con l’eliminazione
  • Salva le informazioni sul prodotto, non si sa mai!
  • Se non hai un sito web WordPress, valuta se è il caso di cambiare
  • WooCommerce offre diversi plugin molto validi per salvare il tuo sito web e il tuo business

Non dimenticare in ogni caso quanto prevenire sia meglio che curare, sempre. Se non sei esperto dell’argomento ti consigliamo insomma di chiedere aiuto a figure che lo siano, e che possano alleggerire il tuo carico di lavoro offrendoti sempre la massima serietà e competenza.

Per qualsiasi domanda, chiarimento o per ottenere un preventivo non esitare a contattarci: noi di Monkey Theatre Studio siamo a tua completa disposizione, per soddisfare ogni tua richiesta e accompagnarti nella tortuosa strada della comunicazione digitale di oggi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *